Difendere e pretendere la qualità del Made in Italy

Difendere e pretendere la qualità del Made in Italy
Ormai, è un dato di fatto: il Made in Italy alimentare è sottoposto agli attacchi di concorrenti sleali, dediti alla volgare contraffazione e alla pericolosa sofisticazione di prodotti food and beverage.
Riaffermare i valori e la tutela del Made in Italy alimentare significa, oggi più che in passato, condurre una vera e propria lotta in difesa della qualità a tavola e, di conseguenza, della salute.
Da parte dei veri produttori del vero Made in Italy, occorre riaffermare e promuovere con forza la visibilità e la qualità dei propri prodotti (olio extravergine di oliva, latticini, eccetera) e, da parte dei consumatori, occorre amplificare l’attenzione verso le etichette apposte sui contenitori dei prodotti, in modo da verificarne in concreto la vera origine e le vere caratteristiche. 
Quindi, a livello di Sistema Italia, non c’è dubbio che bisogna attivare un ulteriore circolo virtuoso fatto di controlli mirati da parte delle autorità competenti, di richieste sempre più determinate da parte dei consumatori e di maggiore visibilità da parte dei veri produttori italiani in regola: la lotta alle contraffazioni e alle sofisticazioni alimentari, oltre a richiedere un impegno di tipo congiunto da parte dei vari attori coinvolti, è una lotta per la legalità.  
 

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino

Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)
Annunci

Parmigiana alle melanzane

parmigiana alle melanzane
Ingredienti
 
250 grammi di polpa di pomodoro, 300 grammi di mozzarella, 1 cipolla, olio extravergine di oliva, 6 foglioline di basilico, 4 melanzane, 4 cucchiai di formaggio parmigiano reggiano grattugiato, farina, sale.
 
Preparazione
 
Tritare a piccoli pezzettini la cipolla. Affettare le melanzane e aggiungere il sale. In una padella, far scaldare un cucchiaio di olio extravergine di oliva, aggiungere la cipolla e farla rosolare per circa 3/4 minuti. Aggiungere la polpa di pomodoro ben schiacciata e aggiungere il sale. Cuocere per circa 20 minuti e, circa 3 minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungere 6 foglioline di basilico. Dopo la cottura, setacciare la salsa. Infarinare le fette di melanzane e friggerle in una padella con olio extravergine di oliva. Terminata la cottura, farle asciugare a parte su un tovagliolo di carta assorbente. Ungere una pirofila con olio extravergine di oliva e aggiungervi le fette di melanzane. Cospargere il tutto formaggio, poi, aggiungere uno strato di mozzarella a fettine e qualche cucchiaio di sugo. Aggiungere sopra al preparato un ulteriore strato di melanzane e così via fino all’esaurimento di tutti gli ingredienti, terminando con uno strato di pomodoro. Mettere in forno a 180 gradi per circa 30 minuti.
Servire in tavola e gustare.

Insalata russa

insalata russa

Ingredienti
 
Verdure fresche di stagione (per esempio, peperoni, carote, cipolline), 60 grammi di maionese, olio extravergine di oliva, 120 grammi di olive nere, 2 uova sode, sottaceti, sale, limone.
 
Preparazione
 
In una pentola di acqua salata, cuocere separatamente le verdure. Appena cotte, condire in una scodella con sale, maionese, olio extravergine di oliva e limone. Aggiungere le olive nere e le uova sode tagliate a fettine sottili. Servire in tavola e gustare.

La sicurezza alimentare: un bene pubblico e una priorità

Made in Italy

I consumatori italiani chiedono un crescente livello della sicurezza e dell’affidabilità sul versante alimentare: è questo quanto emerge, in pianta ormai stabile, da tutti gli studi, dalle ricerche e dai sondaggi di opinione realizzati nel nostro Paese. In particolare, l’opinione pubblica chiede alle autorità competenti di rafforzare i controlli sul territorio italiano: l’indicazione dell’origine sulle etichette, la lotta alle falsificazioni e tolleranza zero per chi sofistica gli alimenti. Ma non è solo l’opinione pubblica a chiedere tale rafforzamento: a chiederlo sono gli stessi produttori in regola che fanno della garanzia e della qualità alimentare il proprio modus vivendi quotidiano. La sicurezza alimentare è un valore al quale nessuno dei soggetti coinvolti (produttori, distributori, autorità e consumatori finali) può e deve mai sottrarsi, in particolare, in un momento come quello attuale in cui tentano di entrare nel nostro mercato sottoprodotti di provenienza estera e di dubbia qualità: occorre fare ancora meglio e di più per salvaguardare l’eccellenza insita nei prodotti tipici di punta del Made in Italy, compreso l’olio extravergine di oliva, un condimento la cui presenza è notoriamente e largamenta diffusa nelle cucine degli italiani.


Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino

Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

Focaccia con cipolle e olive

 Focaccia con cipolle e olive

Ingredienti
 
300 grammi di farina, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cipolla, 100 grammi di olive snocciolate, poco sale, 20 grammi di lievito di birra, 1 bicchiere abbondante di acqua tiepida, rosmarino.
 
Preparazione
 
In una ciotola, mettere farina, sale, lievito sciolto nell’acqua tiepida e olio extravergine di oliva. Impastare il tutto con cura fino a ottenere un impasto ben omogeneo. Far lievitare per circa 1 ora. Poi, aggiungere metà delle olive e impastare. Disporre e stendere il preparato sopra una teglia da forno ben unta. Aggiungervi sopra il resto delle olive, la cipolla ben tagliata a striscioline, il rosmarino, l’olio extravergine di oliva e poco sale. Coprire e far lievitare per una circa 20 minuti. Far cuocere in forno a 180 gradi per circa 25 minuti. Servire in tavola e gustare.

Antipasto Andaluso

Ingredienti principali per Antipasto Andaluso
Ingredienti per 4 persone
 
1 confezione di pasta sfoglia surgelata da 250 grammi, burro (per la teglia) e farina (per la spianatoia), 150 grammi di carne di manzo tritata, 1 piccola cipolla, 10 olive farcite di peperoncino, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 cucchiaio di salsa di pomodoro, 1 cucchiaino di maggiorana, sale, pepe, 2 tuorli d’uovo, 2 cucchiaini di latte, semi di sesamo.
 
Preparazione
 
Lasciar scongelare la pasta sfoglia e, contemporaneamente, mescolare la carne di manzo con la cipolla pulita con cura e tritata finemente, aromatizzando il preparato con la maggiorana. Riscaldare l’olio extravergine di oliva in un tegame, aggiungere la carne e la salsa di pomodoro. Poi, salare, pepare e lasciar rosolare mescolando costantemente con un cucchiaio di legno. Tagliare le olive a fettine e amalgamarle con il resto. Stendere con cura la pasta scongelata sulla spianatoia infarinata e ricavarne dei tondelli utilizzando un bicchiere da acqua. Con un cucchiaino, mettere un po’ di ripieno al centro di ogni dischetto di pasta, spalmarne i bordi con una parte di tuorlo d’uovo precedentemente battuto sia con un po’ di latte che con un po’ di sale. Richiudere la pasta, premendo accuratamente i bordi. Spennellare i piccoli pezzetti di pasta ripiena con il resto del tuorlo d’uovo, cospargerli di semi di sesamo e metterli su una teglia da forno ben imburrata. Cuocere per circa 20 minuti in forno ben caldo, a 220 gradi. Infine, servire a tavola e gustare.

Sul mercato il nuovo olio biologico extravergine di oliva Casalino

Antica Tenuta Il Casalino
Dopo la cospicua raccolta autunnale e l’accurata molitura delle olive con metodi tradizionali, il nuovo olio biologico extravergine di oliva prodotto dall’Antica Tenuta Il Casalino è disponibile sul mercato.
“Come azienda, siamo particolarmente soddisfatti non soltanto della quantità, ma anche e soprattutto dell’ulteriore salto di qualità della nostra produzione”, afferma Mirco Ragni, responsabile commerciale dell’azienda assisana, “già diversi dei nostri clienti ci hanno espresso un particolare apprezzamento per aver confermato il nostro deciso orientamento verso la qualità”.
Per il 2009, tra i programmi marketing in fase di realizzazione da parte dell’azienda biologica umbra, viene rafforzata l’attenzione verso specifici segmenti di clientela a loro volta orientati verso il concetto della qualità e della buona tavola: oltre ai consumatori privati, ristoranti e boutique gastronomiche.
“Riteniamo che vi siano ulteriori ambiti di mercato per il nostro olio extravergine di oliva da agricoltura biologica”, sottolinea Mirco Ragni, “ambiti che intendiamo raggiungere, restando saldamente ancorati alla nostra mission prioritaria fondata sulla qualità, sull’affidabilità e sulla tipicità alimentare del nostro prodotto”.
L’azienda umbra, inoltre, conferma il suo impegno sul versante dell’informazione e della sensibilizzazione incentrate sulla qualità dell’olio extravergine di oliva continuando nell’ampliamento dei contenuti del proprio blog “Olio Biologico Casalino“, già on line da alcuni mesi.
 
Per informazioni:

Ufficio Stampa Antica Tenuta Il Casalino