L’olio extravergine di oliva assimilabile al latte materno

L'olio extravergine di oliva assimilabile al latte materno

L’olio extravergine di oliva assimilabile al latte materno

L’olio extravergine di oliva di qualità è il grasso naturale più simile al latte materno, in termini sia di Omega 6 che di Omega 3, noti composti ad alto valore salutistico, ma soltanto se l’olio è stato prodotto osservando le modalità proprie di un corretto lavoro presso il frantoio: è quanto emerge da un’analisi proveniente dall’Istituto di Genetica Vegetale istituito presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche.
Inoltre, viene sottolineato che il consumo giornaliero di olio extravergine di oliva di qualità risulta particolarmente salutare per il contenuto di oleuropeina, una specifica componente presente nell’olio che rende maggiormente elastiche le arterie, abbassando la pressione arteriosa e riducendo il processo arteriosclerotico.
L’oleuropeina concorre a formare il sapore amaro delle olive, mentre l’oloeocantale è la sostanza che rende piccante il sapore dell’olio quando è davvero di buona e affidabile qualità.
Sempre in ambito salutistico, l’oleocantale ha proprietà antinfiammatorie dal momento che riproduce gli effetti dell’ibuprofene (principio attivo che rientra nella famiglia dei farmaci antinfiammatori non steroidei).

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

Annunci

4 commenti

  1. 12 dicembre, 2013 a 8:05 am

    Buongiorno,
    complimenti per la vostra azienda e per il blog che mantenete. Io sono il responsabile del sito http://www.negozibio.org, che tra le altre cose tratta di olio bio ed in generale tutto quanto ha a che fare con il mondo del biologico. Mi farebbe piacere pubblicare (gratuitamente) un articolo sulla vostra attività, anche con delle informazioni che mi fornite voi se preferite.
    Se siete interessati alla cosa contattatemi pure al sito indicato.
    Molte grazie e complimenti ancora.
    pierpaolo

  2. oliobiologicocasalino said,

    13 dicembre, 2013 a 1:31 pm

    Gent.mo Pierpaolo, grazie per la cortese attenzione e richiesta alla quale daremo presto seguito.
    Cordialità,
    Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino

  3. Teresa E. Randall said,

    18 dicembre, 2013 a 9:23 am

    Per mantenere alta la qualità di un extravergine occorre rispettare severe scelte comportamentali. A differenza di quanto si crede, il metodo di raccolta, stoccaggio dei frutti insieme al grado di maturazione e allo stato sanitario delle olive (frutto sano ovvero non colpito da funghi o da insetti tipo mosca olearia ) sono i fattori che influenzano maggiormente la qualità organolettica e nutrizionale dell’ olio extravergine d’oliva .

  4. Young Good said,

    29 dicembre, 2013 a 11:01 am

    È opportuno sottolineare che i disciplinari di produzione per i marchi di Denominazione di Origine Protetta ( DOP ) prevedono spesso l’utilizzo di tecniche tradizionali e norme restrittive e severe con l’intento di garantire un prodotto di qualità superiore e tradizionale con particolare riferimento alle varietà usate, che devono essere autoctone .


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: