L’importanza del rapporto tra olio extravergine di oliva e salute

L'importanza del rapporto tra olio extravergine di oliva e salute

Come ampiamente sottolineato da autorevoli studi, il rapporto esistente tra olio extravergine di oliva e salute va ben oltre il semplice significato che comunemente viene attribuito alla dicitura “extra”.

Infatti, nel momento in cui si dichiara che un olio extravergine ha qualità salutari, andrebbe sempre evidenziato che non è la categoria commerciale in sé ad avere tale benefica proprietà, ma soltanto alcuni degli oli classificabili come “extra” che contengono livelli adeguati di molecole bioattive.

In particolare, va specificato il rapporto esistente tra olio extravergine di oliva e salute dipende da cosa il prodotto contiene e non semplicemente da come si chiama.

Difatti, le proprietà salutistiche dell’olio extravergine di oliva derivano dalla combinazione tipica delle attività biologiche proprie di una serie di molecole in esso presenti, ma di cui, fin troppo spesso, non si offre un’idonea informazione al consumatore finale: si tratta dell’alto contenuto in acido oleico e della presenza di molecole ad attività biologica peculiare quali i composti fenolici idrofili o biofenoli, l’atocoferolo e lo squalene.

Un olio extravergine di oliva, pertanto, è realmente salutare nella misura in cui è caratterizzato da alti livelli di acido oleico e da un elevato contenuto di atocoferolo (vitamina E) e biofenoli.

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli – casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com/ (blog aziendale)

Una TAC per smascherare l’olio extravergine di oliva contraffatto

Una TAC per smascherare l'olio extravergine di oliva contraffatto

Una TAC per smascherare l’olio extravergine di oliva contraffatto

A supporto del contrasto all’olio extravergine di oliva contraffatto, scende in campo la prima “TAC salva olio” che, oltre a individuare i casi di frode, aiuterà i produttori impegnati nella lotta alla contraffazione.

Come comunicato di recente dalla Coldiretti, la novità è stata presentata in occasione della Giornata Nazionale dell’Extravergine Italiano: nello specifico, si tratta di un macchinario ad hoc realizzato dal gruppo di ricerca del Laboratorio di Chimica Generale e Inorganica del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali dell’Università del Salento, diretto dal Professor Francesco Paolo Fanizzi, da tempo impegnato nella caratterizzazione di oli extravergine di oliva (sia blend che monovarietali).

L’innovativo strumento tecnologico utilizza la spettroscopia di risonanza magnetica nucleare (NMR), in combinazione con l’analisi statistica multivariata, in modo da individuare la reale identità dell’olio di oliva e smascherare le eventuali frodi.

Per quanto riguarda la procedura, il campione di olio viene diluito in cloroformio deuterato per essere poi trasferito in un tubo per la risonanza magnetica nucleare, dove viene analizzato nell’arco di pochi minuti.

In sostanza, la TAC ricava una “fotografia” di tutto ciò è contenuto nell’olio, realizzando un’immagine che viene, in seguito, visualizzata su un apposito monitor.

Il campione dell’olio in esame viene confrontato con quelli contenuti nel data base di riferimento, dove sono presenti le diverse varietà degli oli italiani, per appurare se ha le medesime caratteristiche o meno.

Quindi, utilizzando sia la cultivar (la varietà di pianta) e sia la provenienza geografica come discriminante, oggi, diventa possibile compiere un’analisi ancora più approfondita del prodotto in relazione alla sua stessa origine geografica, ottenendo significativi risultati sia per gli oli caratterizzati fenotipicamente che per gli oli prodotti con l’utilizzo di micromolitore e arricchiti da uno scrupoloso esame del genotipo.

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli – casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)