Il biologico in ascesa

In base ad alcuni dati diffusi recentemente dall’I.S.ME.A. (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), il settore del biologico pare non conoscere battute di arresto: malgrado la crisi congiuntale che si fa sentire in molti comparti dell’economia italiana e, soprattutto, nonostante la contrazione dei consumi alimentari di tipo convenzionale (in media, pari -3,6%), il comparto biologico prosegue nella sua avanzata sulle tavole dei consumatori italiani e solo nel corso dei primi quattro mesi del 2011 riporta un significativo incremento pari a +11,5%.
Si tratta di un dato percentuale che denota e in maniera ineluttabile il definitivo passaggio del consumo di prodotti biologici da “trend passeggero” o “trend di nicchia” a una vera e propria “consuetudine di spesa”, tra l’altro ben evidenziata dalla crescente presenza di prodotti da agricoltura biologica sugli scaffali di tutte le insegne della Grande Distribuzione Organizzata.
Si è in presenza, quindi, di un livello crescente di attenzione nei confronti del “mangiare biologico”, della riscoperta di un life style alimentare fondato sull’affidabilità e sulla sicurezza alimentare, oltre che sulla qualità e sui sapori non alterati da procedimenti produttivi.
Gusto e sicurezza nel mangiare sano e controllato esprimono molto più di un semplice concetto valoriale: significano che i consumatori italiani dimostrano di apprezzare e di avere sempre più cura di se stessi a tavola, scegliendo alimenti in linea con uno stile di vita orientato al benessere. 
Nella fase attuale che vede l’affermarsi sia commerciale e sia culturale del prodotto biologico, si aprono ulteriori spazi per quelle aziende agricole che hanno sempre mostrato di credere nella loro diversità, perché il biologico non fa che ribadire i vantaggi insiti in un modo diverso di consumare a tavola. 
In questo scenario, è lo stesso olio extravergine di oliva da agricoltura biologica, considerato il suo ampio utilizzo gastronomico, a svolgere un ruolo di primo piano.

Annunci

Cosa si deve intendere per biologico

 

Coltivazione Biologica

I più attenti osservatori e studiosi degli aspetti legati all’alimentazione non possono non notare che, sulla tavola dei consumatori italiani, trovano sempre più spazio prodotti alimentari contrassegnati dalla dicitura “biologico“. Si tratta di un dato di fatto estremamente significativo, sia in termini di attenzione crescente alla qualità dello stare a tavola e sia, dunque, in termini di evoluzione life style alimentare. Ma, non di rado, emerge una non corretta conoscenza di ciò che realmente significhi il termine “biologico“. Nello specifico, la produzione di alimenti da agricoltura biologica non soltanto esclude tassativamente l’impiego di sostanze chimiche di sintesi (pesticidi, ddt, etc.), ma prevede esclusivamente il ricorso a concimi di tipo organico o minerale, a farmaci naturali e a tecniche di coltivazione che nulla hanno a che fare con lo sfruttamento di tipo intensivo. Fuori dal nostro Paese, in Europa e non solo, viene data preferenza al termine “organico” per definire i prodotti da agricoltura biologica. In particolare, l’Unione Europea ha regolamentato e per la prima volta la produzione di tipo biologico nel 1991.

 

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

Tradizione e cultura nel Made in Italy

Tradizione e cultura nel Made in Italy
Tutti i veri prodotti tipici del food and beverage Made in Italy e, in particolare, l’olio extravergine di oliva non sono soltanto sinonimi di qualità, affidabilità e sicurezza alimentare, ma anche sinonimi di tradizione e, quindi, di cultura.
Tradizione perché provengono da usi, abitudini e memorie tramandate, di fatto, attraverso generazioni di persone appassionate di agricoltura e particolarmente attente al concetto del vivere sano.
Cultura perché frutto di ampie conoscenze approfondite e consolidate nel corso delle diverse epoche, conoscenze filtrate attraverso le necessità e gli usi del tempo: è sufficiente pensare a quanto lavoro ci sia dietro alla coltivazione degli ulivi, alla raccolta, alla selezione e susseguente molitura delle olive per produrre un olio extravergine di oliva di alta qualità sul duplice versante della genuinità e del sapore.
Tradizione e cultura non si inventano: non si tratta soltanto di concetti valoriali, ma anche e soprattutto di concreta maestria nel realizzare un prodotto affidabile e sempre positivamente riconoscibile.
Anche per queste ragioni, il vero Made in Italy va difeso da chi si attribuisce false competenze: tradizione e cultura non potranno mai essere davvero copiate.

Italiani & Olio Alimentare: sondaggio del blog OlioBiologicoCasalino

Italiani & Olio Alimentare: sondaggio del blog OlioBiologicoCasalino
Il blog OlioBiologicoCasalino, fin dalla propria attivazione on line avvenuta per volontà dell’Antica Tenuta Il Casalino, ha dedicato uno spazio significativo ai temi dell’affidabilità alimentare, con particolare riferimento al prodotto olio extravergine di oliva
Coerentemente con tale attenzione e al fine di offrire un ulteriore contributo di riflessione sulla sicurezza alimentare dell’olio extravergine di oliva, l’ufficio stampa dell’Antica Tenuta Il Casalino ha realizzato uno specifico sondaggio dal titolo Italiani & Olio Alimentare, interpellando via e-mail un campione composto da 200 consumatori italiani (lettori abituali del presente blog).
La ricerca si è tenuta nel primo bimestre 2009. 
I risultati confermano sia il ruolo svolto a tavola dal prodotto olio extravergine di oliva e sia la crescente attenzione da parte dei consumatori verso i temi della qualità alimentare.
Di seguito, pubblichiamo gli esiti della ricerca. 
 
______________________   
 
“Italiani & Olio Alimentare”
– a cura dell’Ufficio Stampa del blog OlioBiologicoCasalino –
 
(1) Su quale aspetto basa maggiormente la scelta dell’olio extravergine di oliva?
 
55% sulla qualità
41% sul prezzo
4% sulla confezione
 
(2) Nel corso del mese, con quale frequenza utilizza l’olio extravergine di oliva?
 
71% tutti i giorni
15% molto spesso
10% spesso
4% qualche volta
0% mai
 
(3) Che valore attribuisce all’etichetta posta sulla confezione dell’olio extravergine di oliva?
 
68% molto importante
29% abbastanza importante
3% poca o nessuna importanza
 
(4) Personalmente, è preoccupato per le sofisticazioni alimentari?
 
63% sì, molto
25% sì, abbastanza
6% sì, ma poco
6% no
 
(5) Cosa consiglierebbe per aumentare il livello della sicurezza alimentare in Italia?
 
51% sviluppare una rete di maggiori controlli
27% incentivare l’acquisto direttamente dal produttore certificato
12% rendere le etichette più dettagliate
10% disincentivare l’importazione di alcuni prodotti dall’estero
 
______________________

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino

Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

La sicurezza alimentare: un bene pubblico e una priorità

Made in Italy

I consumatori italiani chiedono un crescente livello della sicurezza e dell’affidabilità sul versante alimentare: è questo quanto emerge, in pianta ormai stabile, da tutti gli studi, dalle ricerche e dai sondaggi di opinione realizzati nel nostro Paese. In particolare, l’opinione pubblica chiede alle autorità competenti di rafforzare i controlli sul territorio italiano: l’indicazione dell’origine sulle etichette, la lotta alle falsificazioni e tolleranza zero per chi sofistica gli alimenti. Ma non è solo l’opinione pubblica a chiedere tale rafforzamento: a chiederlo sono gli stessi produttori in regola che fanno della garanzia e della qualità alimentare il proprio modus vivendi quotidiano. La sicurezza alimentare è un valore al quale nessuno dei soggetti coinvolti (produttori, distributori, autorità e consumatori finali) può e deve mai sottrarsi, in particolare, in un momento come quello attuale in cui tentano di entrare nel nostro mercato sottoprodotti di provenienza estera e di dubbia qualità: occorre fare ancora meglio e di più per salvaguardare l’eccellenza insita nei prodotti tipici di punta del Made in Italy, compreso l’olio extravergine di oliva, un condimento la cui presenza è notoriamente e largamenta diffusa nelle cucine degli italiani.


Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino

Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)