Il Vero Olio Extravergine di Oliva Biologico

Il Vero Olio Extravergine di Oliva Biologico

Il Vero Olio Extravergine di Oliva Biologico

Annunci

Controlli nel biologico per tutelare consumatori e aziende oneste

Controlli nel biologico per tutelare consumatori e aziende oneste

Controlli nel biologico per tutelare consumatori e aziende oneste

Tutelare la vera qualità del Made in Italy agroalimentare è una delle priorità che interessano il tessuto aziendale del nostro Paese: si tratta di un principio denso di valori e di significati che attengono non soltanto alla salvaguardia dei tanti operatori onesti del comparto (biologico e non), ma anche alla salvaguardia degli stessi consumatori finali.
Un plauso particolare non può che andare, ancora una volta, ai carabinieri del nucleo antifrodi (NAC) che, dopo acccurati controlli, hanno denunciato il rappresentante legale di un’azienda agricola, sequestrandone più di 250 litri di falso olio extravergine di oliva “biologico”.
I controlli hanno coinvolto una fattoria ubicata in provincia di Arezzo che “garantiva” la vendita al dettaglio di “olio extravergine di oliva biologico“.
Dalle analisi di laboratorio condotte su campioni di olio prelevati presso la fattoria, è emerso che si trattava di “olio lampante” e, quindi, assolutamente non destinabile all’alimentazione umana: infatti, il termine “lampante” deriva dall’utilizzo che ne veniva fatto in passato, cioè per alimentare lampade a olio.
I controlli devono ovviamente continuare, ma è bene che gli stessi consumatori prestino una grande attenzione a ciò che viene loro proposto da parte di alcuni operatori scorretti: premiando con i propri acquisti le aziende serie, non si tutela solo la propria salute (aspetto importantissimo), ma anche la vera qualità offerta dai tanti produttori onesti che, anche nel comparto del vero olio extravergine di oliva da coltivazione biologica, realizzano prodotti sicuri, salutari e di grande qualità.

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli – casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

I vantaggi dell’olio extravergine di oliva da coltivazione biologica

I vantaggi dell'olio extravergine di oliva da coltivazione biologica

I vantaggi dell’olio extravergine di oliva da coltivazione biologica

La coltivazione biologica dell’olio extravergine di oliva è il risultato di uno scrupoloso ricorso a metodi naturali che nulla hanno a che fare con i noti e invasivi fertilizzanti di tipo chimico.
Occorre sottolinere che la trasformazione delle olive in olio extravergine di oliva biologico viene effettuata separando il prodotto dalle olive che non provengono da coltivazione biologica e lo stesso procedimento vale anche nell’importante fase dell’imbottigliamento.
Inoltre, in tutte le fasi della lavorazione (raccolta, conservazione e imbottigliamento), il procedimento è sottoposto a serie verifiche volte a garantire la qualità biologica e complessiva del prodotto finale.
L’utilizzo dell’olio extravergine di oliva da coltivazione biologica comporta significativi vantaggi.
In primis, va ricordato che molti degli antiparassitari usati contro la nota “mosca dell’ulivo” (bactrocera oleae), essendo per loro stessa composizione particolarmente invasivi, passano direttamente dalle olive all’olio e, conseguentemente, entrano a far dannosamente parte degli alimenti.
Dunque, è ovvio che ricorrere a un olio extravergine di oliva prodotto con metodi naturali consente di mangiare in modo certamente più sano e affidabile.
Ma il metodo biologico comporta anche dei vantaggi per l’ambiente: infatti, il metodo di produzione di olio extravergine di oliva non biologico, basato sul ricorso a fertilizzanti e a concimi chimici, di fatto, impoverisce il terreno e, quindi, la stessa coltivazione.
I vantaggi, quindi, sono sia per i consumatori che per l’ambiente naturale: è questa la vera forza del prodotto biologico.

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

ICEA, Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale: una garanzia per il biologico

ICEA, Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale

ICEA, Istituto Certificazione Etica e Ambientale

Come viene garantita l’effettiva affidabilità del termine biologico?
Si tratta di una domanda che, non di rado, un numero crescente di consumatori e di osservatori pone nell’ambito delle discussioni relative al mondo del biologico.
Un ruolo particolarmente significativo viene svolto dall’ICEA (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale), il consorzio che controlla e che certifica le aziende che svolgono la propria attività nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente, in modo da tutelare sia la dignità dei lavoratori e, attenzione, sia i diritti dei consumatori.
Dal sito web dell’Istituto, si apprende che, con circa 13.000 aziende controllate a forte valenza etica, ambientale e sociale, 300 tecnici e 28 strutture operative territoriali presenti in Italia e all’Estero, ICEA si segnala come tra i più importanti organismi del settore in Italia e in Europa, territori dove opera allo scopo di favorire uno sviluppo equo e socialmente sostenibile che proprio dall’agricoltura biologica si estende agli altri settori del bioecologico.
Le certificazioni effettuate da ICEA riguardano sia il settore Food (comparto agroalimentare biologico e acquacoltura biologica) e sia quello Non Food (cosmesi e detergenza bio, tessile ecologico, arredamento ecologico, turismo sostenibile, materiali per la bioedlizia, gestione sostenibile degli spazi verdi, certificazione SA8000).
ICEA, inoltre, realizza attività di ricerca e sviluppo orientate alla promozione dell’innovazione ecologica dei prodotti e dei realtivi processi produttivi, si occupa di specifiche attività formative rivolte a operatori e tecnici professionisti del settore biologico ed è attiva in un cospicuo numero di progetti di cooperazione internazionale oltre che sul territorio italiano, dove, insieme a Biol Italia (Associazione per il Miglioramento dei Prodotti da Agricoltura Biologica), organizza premi, eventi e campagne di sensibilizzazione rivolte a diffondere e condividere la cultura, i saperi e i valori legati al biologico.
——————————————————–
Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

Controlli in corso per la tutela del Made in Italy agroalimentare

Controlli in corso per la tutela del Made in Italy agroalimentare

Controlli in corso per la tutela del Made in Italy agroalimentare

È partito il Piano Nazionale dei Controlli a Tutela dei Consumatori 2014 da parte del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari: nell’ambito del programma, sono previste apposite verifiche straordinarie su tutto il territorio italiano in merito alla filiera agroalimentare.
Il Piano è parte integrante della strategia di lotta alla contraffazione e alla repressione delle frodi nel comparto agroalimentare.
Veniamo ai primi numeri resi noti dall’Istituzione: dall’inizio del 2014, controllate 87 aziende del comparto agroalimentare ed effettuate operazioni di sequestro di prodotti risultati privi della tracciabilità prescritta dalla legge, indubbiamente contraffatti e riportanti diciture illecite riferite a noti marchi D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta), I.G.P. (Indicazione Geografica Protetta), S.T.G. (Specialità Tradizionale Garantita) e Biologici che avrebbero tratto in inganno i consumatori.
Sono state interessate dai provvedimenti di sequestro oltre 219.000 etichette irregolari.
Sul versante internazionale, il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari ha provveduto a sollecitare l’attivazione di apposite procedure di cooperazione internazionale di polizia sulle reti Interpol ed Europol ai fini della tutela del Made in Italy all’estero per alcuni casi specifici segnalati dai vari Consorzi di Tutela.
Nel corso del 2013, il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari aveva già effettuato controlli su oltre 3.000 aziende del comparto agroalimentare, sequestrando più di 9.000 tonnellate di prodotti e oltre 3 milioni di etichette illegali, segnalando all’Interpol ben 70 casi di falso Made in Italy all’estero.
Inoltre, l’accertamento di più di 28 milioni di euro di finanziamenti illeciti ai danni dello Stato e dell’Unione Europea ha portato al sequestro di beni quasi 7 milioni di euro, con 2.055 autori di reato deferiti alla autorità giudiziaria competente.
La lotta alle contraffazioni e alle frodi agroalimentari va considerata una priorità assoluta per la tutela sia dei consumatori e sia delle tantissime aziende corrette del comparto: occorre sempre tenere in ampia considerazione questo principio e i valori in esso contenuti per la salvaguardia del vero Made in Italy, uno dei reali punti di forza del nostro Paese.
_____________________________________

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

Il biologico in ascesa

In base ad alcuni dati diffusi recentemente dall’I.S.ME.A. (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), il settore del biologico pare non conoscere battute di arresto: malgrado la crisi congiuntale che si fa sentire in molti comparti dell’economia italiana e, soprattutto, nonostante la contrazione dei consumi alimentari di tipo convenzionale (in media, pari -3,6%), il comparto biologico prosegue nella sua avanzata sulle tavole dei consumatori italiani e solo nel corso dei primi quattro mesi del 2011 riporta un significativo incremento pari a +11,5%.
Si tratta di un dato percentuale che denota e in maniera ineluttabile il definitivo passaggio del consumo di prodotti biologici da “trend passeggero” o “trend di nicchia” a una vera e propria “consuetudine di spesa”, tra l’altro ben evidenziata dalla crescente presenza di prodotti da agricoltura biologica sugli scaffali di tutte le insegne della Grande Distribuzione Organizzata.
Si è in presenza, quindi, di un livello crescente di attenzione nei confronti del “mangiare biologico”, della riscoperta di un life style alimentare fondato sull’affidabilità e sulla sicurezza alimentare, oltre che sulla qualità e sui sapori non alterati da procedimenti produttivi.
Gusto e sicurezza nel mangiare sano e controllato esprimono molto più di un semplice concetto valoriale: significano che i consumatori italiani dimostrano di apprezzare e di avere sempre più cura di se stessi a tavola, scegliendo alimenti in linea con uno stile di vita orientato al benessere. 
Nella fase attuale che vede l’affermarsi sia commerciale e sia culturale del prodotto biologico, si aprono ulteriori spazi per quelle aziende agricole che hanno sempre mostrato di credere nella loro diversità, perché il biologico non fa che ribadire i vantaggi insiti in un modo diverso di consumare a tavola. 
In questo scenario, è lo stesso olio extravergine di oliva da agricoltura biologica, considerato il suo ampio utilizzo gastronomico, a svolgere un ruolo di primo piano.

Cosa si deve intendere per biologico

 

Coltivazione Biologica

I più attenti osservatori e studiosi degli aspetti legati all’alimentazione non possono non notare che, sulla tavola dei consumatori italiani, trovano sempre più spazio prodotti alimentari contrassegnati dalla dicitura “biologico“. Si tratta di un dato di fatto estremamente significativo, sia in termini di attenzione crescente alla qualità dello stare a tavola e sia, dunque, in termini di evoluzione life style alimentare. Ma, non di rado, emerge una non corretta conoscenza di ciò che realmente significhi il termine “biologico“. Nello specifico, la produzione di alimenti da agricoltura biologica non soltanto esclude tassativamente l’impiego di sostanze chimiche di sintesi (pesticidi, ddt, etc.), ma prevede esclusivamente il ricorso a concimi di tipo organico o minerale, a farmaci naturali e a tecniche di coltivazione che nulla hanno a che fare con lo sfruttamento di tipo intensivo. Fuori dal nostro Paese, in Europa e non solo, viene data preferenza al termine “organico” per definire i prodotti da agricoltura biologica. In particolare, l’Unione Europea ha regolamentato e per la prima volta la produzione di tipo biologico nel 1991.

 

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

Aumenta la preferenza per il biologico da parte dei consumatori italiani

coltivazione biologica

La vendita diretta, in particolare di prodotti biologici, contagia nuovi settori e fasce sociali: è quanto emerge dalla sedicesima edizione dell’Annuario del Comparto Biologico Italiano che censisce oltre 8.000 operatori del settore, dei quali 3.100 legati alla vendita diretta. Nel triennio considerato dallo studio, dal 2007 al 2009, il dato più significativo riguarda la crescita dei gruppi d’acquisto solidale, passato da 356 a 598, pari ad un aumento del 68%. I cittadini si organizzano, mettono in comune conoscenze e risorse e fanno la spesa direttamente nelle aziende, prediligendo i prodotti biologici: si tratta di una tendenza confermata anche dalla crescita pari al 32% delle aziende con vendita diretta (passate da 1.645 a 2.176). Sembrano non conoscere crisi i ristoranti e gli agriturismi che offrono prodotti biologici, cresciuti, rispettivamente, del 31% e del 22%. Ma, in tale contesto, il biologico non è solo una scelta che gli italiani fanno nei fine settimana “fuori porta”: secondo i dati, si consolida l’attenzione rivolta ai cibi biologici anche nelle scuole, dove il numero delle mense dedicate al biologico è aumentato del 23% (da 683 a 837). Crescono, infine, anche gli ordini effettuati via web: la voce e-commerce è aumentata del 25%, mentre i negozi non virtuali, localizzati in città e paesi, sono cresciuti del 2% e i mercatini biologici del 10%. I dati in questione dimostrano, chiaramente, che il settore del biologico alimentare rappresenta per i consumatori del nostro Paese qualcosa che va ben oltre il ricorso all’acquisto di prodotti di “nicchia”: in altri termini, si tratta di un’evoluzione del life style ispirato ai valori dell’affidabilità alimentare e del conseguente benessere.

Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino
Marco Mancinelli –
casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

Sul mercato il nuovo olio biologico extravergine di oliva Casalino

Antica Tenuta Il Casalino
Dopo la cospicua raccolta autunnale e l’accurata molitura delle olive con metodi tradizionali, il nuovo olio biologico extravergine di oliva prodotto dall’Antica Tenuta Il Casalino è disponibile sul mercato.
“Come azienda, siamo particolarmente soddisfatti non soltanto della quantità, ma anche e soprattutto dell’ulteriore salto di qualità della nostra produzione”, afferma Mirco Ragni, responsabile commerciale dell’azienda assisana, “già diversi dei nostri clienti ci hanno espresso un particolare apprezzamento per aver confermato il nostro deciso orientamento verso la qualità”.
Per il 2009, tra i programmi marketing in fase di realizzazione da parte dell’azienda biologica umbra, viene rafforzata l’attenzione verso specifici segmenti di clientela a loro volta orientati verso il concetto della qualità e della buona tavola: oltre ai consumatori privati, ristoranti e boutique gastronomiche.
“Riteniamo che vi siano ulteriori ambiti di mercato per il nostro olio extravergine di oliva da agricoltura biologica”, sottolinea Mirco Ragni, “ambiti che intendiamo raggiungere, restando saldamente ancorati alla nostra mission prioritaria fondata sulla qualità, sull’affidabilità e sulla tipicità alimentare del nostro prodotto”.
L’azienda umbra, inoltre, conferma il suo impegno sul versante dell’informazione e della sensibilizzazione incentrate sulla qualità dell’olio extravergine di oliva continuando nell’ampliamento dei contenuti del proprio blog “Olio Biologico Casalino“, già on line da alcuni mesi.
 
Per informazioni:

Ufficio Stampa Antica Tenuta Il Casalino

Ai lettori del blog Olio Biologico Casalino

Olio Biologico Casalino
 
Il blog Olio Biologico Casalino è on line da circa un mese e non possiamo che ritenerci gratificati dal crescente numero di visite che registriamo giorno dopo giorno. L’Antica Tenuta Il Casalino, azienda umbra produttrice di olio extravergine di oliva da agricoltura biologica e artefice della realizzazione del blog, conferma ulteriormente la propria decisa convinzione che vede anche nel canale on line un efficace strumento per diffondere la cultura dell’olio di qualità, ovviamente Made in Italy e prodotto con una scrupolosa attenzione ai principi delle migliori abitudini alimentari. Intendiamo esprimere un particolare e sentito ringraziamento non soltanto ai tanti portali, siti e blog di informazione che hanno pubblicato news riguardanti la nostra azienda e il nostro blog (vedere in www.google.it), ma, soprattutto, alle seguenti e dinamiche realtà on line che ci hanno manifestato un particolare e lusinghiero apprezzamento:
 
http://www.eristoranti.net/blog/2008/12/degustazione-olio-lextravergine-biologico-casalino/ 
 
http://www.blogaziendale.net/blog-aziendale-olio-biologico-casalino/

http://talentidellacomunicazione.wordpress.com/2008/12/17/talenti-del-mondo-blog/
 

A tutti i lettori del blog ,
un grande GRAZIE e la promessa di continuare a rendere  il blog dell’olio di qualità sempre più interessante e ricco di contenuti.

 
Ufficio Stampa Olio Biologico Casalino

Marco Mancinelli – casalino.marketing@teletu.it
http://www.tenutailcasalino.com/ (sito web aziendale)
https://oliobiologicocasalino.wordpress.com (blog aziendale)

« Older entries